News

15th giugno
Mutui maggio 2018 calo

Mutui maggio 2018: leggerissima contrazione delle richieste

Mutui maggio 2018: calano, anche se di pochi punti percentuali, la domanda e l’importo medio richiesto

Mutui maggio 2018. Si registra una piccola flessione in merito alle richieste di mutui e surroghe da parte degli italiani. Il calo, però, è davvero di lieve entità (-0,1%) su base annua. La motivazione è legata al calo dl numero di soggetti in possesso dei requisiti per accedere, a condizioni vantaggiose, alla surroga del mutuo.

Dopo circa due anni di variazioni positiva, si evidenzia una contrazione del -0,9% anche per quanto concerne gli importi medi richiesti (€ 125.334,00). Quasi un terzo del totale delle richieste (29,5%) si concentra ancora una volta nella fascia tra € 100.001,00 e € 150.000,00. Al secondo posto la fascia per gli importi fino a € 75.000,00 (26,4%). Quasi identica la distribuzione delle richieste tra la fascia 150.001,00-300.000,00 (20,5%) e la fascia precedente, quella tra € 75.000,01 ed € 150.000,00 (20,4%). Sul totale delle richieste, infine, solo il 3,0% si riferisce a mutui per importi superiori a € 300.000,00.

Diamo uno sguardo anche alle classi di durata dei mutui. Gli italiani continuano a preferire mutui con piano di ammortamento compreso tra 16 e 20 anni (26,0%). Più di due terzi delle richieste, comunque, concerne mutui di durata superiore ai 15 anni (72%). Il restante 28% è tripartito tra mutui di durata compresa tra 11 e 15 anni (16,2%), mutui che durano tra 6 e 10 anni (11,2%) e mutui di durata non superiore ai 5 anni (0,6%).

Capitolo fasce d’età. Più di un terzo sul totale richieste di accesso ai mutui provengono dalla fascia in età compresa tra 35 e 44 anni (34,6%). In crescita del 0.9% la fascia compresa tra 25 e 34 anni (25,3%). Il 24,1% delle richieste giunge, invece, da soggetti che hanno tra i 45 ed i 54 anni. L’unica altra fascia che riesce a superare la soglia del 10% è quella 55-64 anni. Solo il 5,3% delle richieste proviene dalle altre tre fasce (0,2% per la fascia oltre i 74 anni, 2,4% per la fascia 18-24 anni, 2,7% per la fascia 65-74 anni).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *