News

13th marzo
prestiti finalizzati 2017

Prestiti finalizzati 2017: richieste in crescita del 2,3%

Prestiti finalizzati 2017: in grande crescita le richieste di consolidamento debiti

Il credito al consumo nel 2017 ha mostrato una crescita nelle richieste del 2,3% rispetto al 2016. L’importo medio richiesto è stato di € 10.790,00. In particolare, i richiedenti prestiti finalizzati 2017 sono stati spinti soprattutto da necessità legate alla casa o all’auto. Rispetto al totale delle richieste, la variazione di maggiore impatto è stata, però, quella del consolidamento debiti (+5,5%).

E’ quanto emerso dal rapporto di Facile.it e Prestiti.it che hanno preso in considerazione un campione di circa 50.000 richieste pervenute sui due portati durante tutto l’arco del 2017.

In confronto al 2016, lo scorso anno è diminuita l’età media dei richiedenti, passata da 41 anni e 11 mesi a 40 anni e 9 mesi. Non emergono particolari cambiamenti sul fronte della durata media richiesta (circa 60 rate) e dello stipendio medio del richiedente (circa € 1.670,00).

Il 71% delle richieste di finanziamento giunge da uomini anche se è cresciuta di un punto percentuale la quota di domande provenienti da donne. Sul fronte degli importi richiesti, emerge come gli uomini abbiano cercato di ottenere una cifra maggiore rispetto alle donne (circa € 11.110,00 al cospetto dei € 9.900,00 richiesti dalle donne). In realtà, il dato è condizionato anche dagli stipendi medi dichiarati. Quelli degli uomini risultano, infatti, più elevati (€ 1.750,00) rispetto agli stipendi delle donne (€ 1.470,00).

Sono soprattutto i dipendenti privati a tempo indeterminato a richiedere prestiti finalizzati, con il 66,1% delle richieste. Per i dipendenti pubblici e statali, infatti, è molto più facile e conveniente richiedere una cessione del quinto. A seguire i lavoratori autonomi (11,1%) e i pensionati (6,3%).

Da sottolineare la crescita di quasi 4 punti percentuali dei richiedenti Under 30 (19%). A guidare la classifica, però, è ancora la fascia 30-39 anni (30%), seguita dalla fascia 40-49 anni (27%).

Per quanto concerne le finalità delle richieste di prestiti, quelle legate alla casa ancora una volta si confermano prioritarie per gli italiani (34%). In seconda posizione troviamo esigenze legate all’acquisto di un’auto (27%). Terza posizione per i prestiti per liquidità (13%), seguiti dal consolidamento debiti (11%).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *