News

5th aprile
quinquennio 2011-2016 ivass

Quinquennio 2011-2016: dati sul comparto salute, rami incendio ed Rc generale

Nel quinquennio 2011-2016 si registra una crescita del +1,4% dell’insieme dei premi dei quattro rami

Pubblicati dall’Ivass i dati aggiornati sull’assicurazione dei comparti salute (infortuni e malattia), incendio ed Rc generale. Il bollettino si riferisce all’andamento del quinquennio 2011-2016. I quattro rami in questione, nel periodo considerato, raccolgono circa un terzo dei premi, pari a circa 10,6 miliardi di euro. Questa cifra si è distribuita in modo abbastanza omogeneo. 3 miliardi di euro sono stati destinati alle polizze infortuni, 2,3 miliardi alle polizze malattie, 2,4 miliardi alle polizze incendio. Per la Rc generale, invece, un solo miliardo in meno rispetto alle polizze infortuni (2,9 miliardi). In questi cinque anni solo il ramo danni ha avuto un andamento negativo (-12%).

Partiamo dal comparto salute. Nel ramo infortuni, il numero dei sinistri denunciati e con seguito è stato piuttosto contenuto (334 mila). Il costo medio dei sinistri è stato, invece, abbastanza alto (€ 3.931,00). Opposto, invece, il discorso per il ramo malattie per il quale si è registrato un aumento del 10%, con più di 5 milioni di denunce ed un costo medio di € 308,00.

Per quanto concerne il ramo incendio, l’aumento nel 2016 del 32% è legato soprattutto ai danni causati dal sisma che ha colpito il Centro Italia. Tale ramo, comunque, conserva un saldo tecnico positivo di circa 57 milioni di euro (2,5% dei premi).

Chiudiamo con il ramo Rc generale che porta a casa un utile di 626 milioni di euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *