News

10th aprile
rischio di credito famiglie imprese

Rischio di credito: nel 2017 raggiunti i livelli pre-crisi

Rischio di credito: stabile il tasso di default delle imprese nel 2017

L’andamento del rischio di credito torna a far intravedere segnali di stabilizzazione. Nel 2017, infatti, dopo tredici trimestri consecutivi di decelerazione, sono stati nuovamente raggiunti i livelli pre-crisi.

Nel dicembre 2017 il tasso di default delle imprese è stato pari a, 3.9%. Un tasso più basso rispetto a quello riscontrato due anni prima a dicembre 2015 (5,8%). Nella fase più grave della crisi il tasso aveva raggiunto il 7,9%. Sono questi i principali risultati emersi nel rapporto di Crif sui crediti deteriorati.

Il calo del tasso di default delle imprese è stato determinato da diversi fattori. Le politiche di erogazione si sono rivelate più prudenti ma hanno contribuito a questi positivi risultati anche il miglioramento dell’economia reale e un regime di tassi d’interesse piuttosto contenuto.

In ribasso anche il tasso di default delle famiglie italiane. Dal 2,3% riscontrato a dicembre 2015 si è passati all’1,7% di dicembre 2017. Anche in questo caso il tasso è calato di molto rispetto all’apice della crisi economica, quando aveva raggiunto il 3,5%.

In ottica futura, Crif Credit Solutions stima che il rischio delle imprese fino alla fine del 2019 si attesterà intorno al 4%. Per le famiglie, invece, il tasso di default dovrebbe mantenersi intorno all’1,6%. Chiaramente, tali tassi potrebbero aumentare in presenza di condizioni economiche piuttosto sfavorevoli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *