News

20th febbraio
surroga mutuo dopo quanto tempo si può chiedere

Surroga mutuo: significato, come funziona e dopo quanto tempo si può fare

Come fare una surroga del mutuo

La surroga mutuo è un’opportunità che diventa concreta con la legge numero 40 del 2007, la cosiddetta Legge Bersani. In realtà, la surrogazione era già prevista dal nostro Codice Civile, precisamente all’articolo 1202. Solo con la Legge Bersani, però, si è avuta la reale possibilità di applicare questa operazione in maniera facile e conveniente per il consumatore. Andremo, dunque, a vedere, step by step, come fare una surroga del mutuo.

Surroga mutuo: significato

Hai bisogno, prima di tutto, di sapere il significato dell’espressione surroga mutuo. Trattasi di un tipo di contratto attraverso cui è possibile trasferire un mutuo dall’originario istituto di credito ad una nuova banca. Tre sono le componenti che prendono parte a questa operazione:

  • Mutuatario;
  • Banca surrogante;
  • Banca surrogata

Il mutuatario è il debitore, in parole povere il cliente. La banca surrogante è la nuova banca che subentra nella gestione del mutuo. E’ la banca surrogante ad estinguere il debito con la banca surrogata, ovvero la banca originaria con cui il mutuatario aveva inizialmente sottoscritto il mutuo. Il mutuatario diventa, dunque, un debitore della banca surrogante. La banca surrogata è la banca con la quale inizialmente il cliente aveva stipulato il mutuo.

Spese surroga mutuo

L’aspetto molto interessante di tutto ciò è il fatto che le spese di surroga mutuo sono pari a zero. La banca surrogata non può opporsi alla richiesta di trasferimento del mutuo da parte del cliente. L’operazione deve avvenire senza costi ed oneri aggiuntivi.

Spese notarili surroga mutuo

La surroga del mutuo prevede alcune spese notarili. La banca surrogante acquisisce, infatti, dalla banca surrogata l’iscrizione dell’ipoteca. Tale ultima operazione, infatti, è stata effettuata dal cliente in fase di originaria sottoscrizione del mutuo. Questo passaggio non comporta una nuova iscrizione di ipoteca. Sulla precedente iscrizione si procede ad un’annotazione a margine, operazione che deve, ovviamente, essere eseguita da un notaio. Le spese notarili restano, in ogni caso, a carico della banca subentrante.

Surroga mutuo: come funziona

Andiamo a vedere, nello specifico, la surroga mutuo come funziona. Partiamo da una semplice ma fondamentale considerazione. La banca surrogante concede al cliente un mutuo dell’ammontare corrispondente all’importo residuo del precedente mutuo.

Tassi e condizioni surroga mutuo

Per quanto concerne tassi e condizioni c’è da dire che la surroga può essere vantaggiosa proprio per questo motivo: vi è, quindi, la possibilità di ottenere un mutuo da una nuova banca sì dello stesso importo del precedente mutuo ma con tassi e durata che possono essere concordati con l’istituto surrogante. Se non sei contento del tuo mutuo puoi guardarti intorno e valutare le offerte di altre banche che potrebbero proporti condizioni per te maggiormente favorevoli.

Surroga mutuo con stessa banca? Non si può!

La surroga del mutuo con la stessa banca non può essere concessa. Potrai, al massimo, chiedere alla tua banca una sorta di rinegoziazione del tuo contratto di mutuo. La surroga, però, per definizione, si può fare solo attraverso il trasferimento del mutuo dall’istituto originario alla nuova banca.

Dopo quanto tempo si può surrogare un mutuo

Ti starai probabilmente chiedendo dopo quanto tempo si può surrogare un mutuo. Non esistono particolari limitazioni in tal senso, perlomeno dal punto di vista normativo. La legge Bersani, infatti, non è intervenuta sotto questo aspetto. Solitamente, una banca è disposta ad intervenire per una operazione di surroga per contratti di mutuo non proprio recenti. Per intenderci, è difficile che una banca ti conceda la surroga se hai sottoscritto il contratto con la banca originario da pochi mesi.

Documenti surroga mutuo

I documenti da presentare per la surroga del mutuo non sono moltissimi. Innanzitutto, è necessaria la copia dell’atto del vecchio mutuo. Si rende, inoltre, necessaria anche la nota di iscrizione dell’ipoteca. Sono, infine, indispensabili i documenti anagrafici del mutuatario, in particolare documento d’identità e codice fiscale.

Leggi anche che cos’è un mutuo fondiario e in cosa consista l’estinzione anticipata del mutuo.

PrestitoSì Finance S.p.A., società di mediazione creditizia tra le più importanti realtà attive in Italia, offre uno spazio dedicato a notizie ed approfondimenti sul mondo del credito e sulle professioni del settore economico-finanziario. Oggi abbiamo dedicato un approfondimento alla surroga del mutuo.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui Social oppure rilascia un commento. Seguici sulle nostre pagine Twitter, LinkedIn e Facebook. Per qualunque richiesta di informazione sui nostri prodotti non esitare a contattarci.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *