News

9th agosto
bollettino banca d'italia giugno 2017

Bollettino Banca d’Italia giugno 2017: ecco l’andamento dei prestiti

L’ultimo bollettino Banca d’Italia evidenzia una crescita dei prestiti al settore privato a giugno 2017

“Banche e monete: serie nazionali”. E’ questo il nome dell’ultimo bollettino Banca d’Italia relativo al mese di giugno 2017. Il documento rivela che a giugno si è registrata una crescita dell’1,2% su base annua dei prestiti al settore privato. Ricordiamo che il dato è stato corretto per tener conto anche delle cartolarizzazioni e delle altre cessioni. Rispetto a maggio 2017, c’è da segnalare una crescita del +0,1% per quanto concerne i prestiti alle famiglie (2,5% a maggio, 2,6% a giugno). Stabile la situazione relativa ai prestiti a società non finanziarie. Il dato è lo stesso del mese di maggio 2017, ovvero +0,3%.

I dati su depositi e sofferenze

Su base annua, c’è da annoverare una crescita del +5,1% dei depositi del settore privato. Lo stesso dato, relativo a maggio 2017, segna +4,0%. In calo la raccolta obbligazionaria, diminuita del 15,8%. Su base annua, il tasso di crescita delle sofferenze è del 4,4% mentre a maggio 2017 si è registrata una percentuale più alta (5,5%). Il tasso di crescita delle sofferenze è pari al 10,4% se si tiene conto di cartolarizzazioni e della cessione di altri crediti.

L’andamento dei tassi

A giugno 2017, il tasso d’interesse concesso sui prestiti per acquisto di case e appartamenti, tenendo conto anche delle spese accessorie, si attesta al 2,47%, in leggero calo rispetto a maggio (2,5%). In merito alle nuove erogazioni di credito al consumo, il tasso è dell’8,49%. Il tasso per i prestiti a società finanziarie è pari all’1,56%, leggermente più basso rispetto al dato di maggio (1,6%). 

Chiudiamo con i prestiti d’importo inferiore e superiore ad 1 milione di euro. Nel primo caso, il tasso d’interesse è pari al 2,08%. Nel secondo, il tasso è più basso, pari all’1,15%. Nessuna novità, invece, per i tassi passivi sul complesso dei depositi in essere, fermi allo 0,40%.

 

Scarica l’ultimo bollettino Banca d’Italia.

 

Fonte: Simplybiz.eu


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *