News

19th febbraio
domanda prestiti richieste

Domanda prestiti: ecco da quale categoria giungono le maggior richieste

Domanda prestiti: sono soprattutto i lavoratori con contratto a tempo indeterminato a richiedere prestiti

I dati sulla domanda prestiti sono trainati soprattutto dai lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Bassissima, invece, la richiesta per quanto concerne i lavoratori con contratti a tempo determinato. Nel 2016, quest’ultimi hanno rappresentato soltanto lo 0,31% del totale dei richiedenti (0,17% nel 2017). E’ quanto emerge da uno studio condotto dall’osservatorio di Facile.it e Prestiti.it.

La spiegazione a questa tendenza è abbastanza intuitiva. Chi ha una posizione lavorativa instabile sa di avere poche chance di ottenere un prestito e, dunque, evita di inoltrare la richiesta. Non è un caso che nel 2016, sul totale dei richiedenti un prestito, il 62,38% erano soggetti con contratto a tempo indeterminato (65,96% nel 2017). In crescita anche le richieste dei lavoratori autonomi, passate dal 9,18% del totale nel 2016 all’11,72% del 2017.

Lo scorso anno è calato l’importo medio richiesto da soggetti con contratto a tempo determinato. Si è passati dagli € 8.557,00 del 2016 agli € 8.247,00 del 2017. Di conseguenza, sono diminuite anche le mensilità. Nel 2016 erano 58, nel 2018 si sono abbassate a 51. 

Vanno segnalate le novità sul fronte delle finalità per cui si richiede un prestito. Nel 2016 l’esigenza principale per i richiedenti era il prestito per liquidità. Seconda posizione per l’acquisto dell’auto usata, terza per il consolidamento debiti. Nel 2017, invece, sale al primo posto il prestito per l’acquisto di auto usata. Seconda posizione per la liquidità. Terza per la ristrutturazione degli immobili.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *