News

30th gennaio
importi erogati mutuo 2017

Importi erogati mutuo: nel 2017 crescita del 7,6%

Nel 2017 sono cresciuti sia gli importi erogati dalle banche che quelli richiesti dagli utenti

Nel 2017 c’è stata una crescita sia per quanto concerne gli importi richiesti dagli utenti che per gli importi erogati dalle banche. I dati si riferiscono al prodotto Mutui. Nel primo caso (importo richiesto pari, in media, a € 130.210,00) la crescita è stata del 3,91%. Invece, nel secondo caso (importo erogato pari, in media, a € 128.227,00) si evidenzia una variazione positiva del 7,6%. E’ quanto emerge dall’osservatorio di Facile.it e Mutui.it. Il campione è stato scelto prendendo in considerazione 25.000 richieste di finanziamento presentate attraverso i due portali. L’età media dei richiedenti così come le tempistiche preferite per la restituzione del finanziamento non cambiano (rispettivamente 40 anni e 22 anni).

Interessante anche ciò che emerge relativamente al loan to value. In dettaglio, chi ha richiesto un mutuo nel 2017 ha cercato di coprire attraverso il finanziamento il 61% del valore dell’immobile (57% nel 2016). Passa dal 54% del 2016 al 60% dello scorso anno il rapporto tra quanto concede effettivamente la banca e il valore dell’immobile.

Il 73,60% di chi richiede un mutuo preferisce il tasso fisso (la percentuale è più alta rispetto al 69,80% del 2016). Si abbassa, inevitabilmente, la variazione percentuale di chi prova ad ottenere un mutuo a tasso variabile (dal 25,85% del 2016 al 21,81% del 2017). Le richieste di mutui a tasso misto passano dal 2,88% del 2016 al 3,22% del 2017. In ribasso, invece, le richieste di mutuo variabile con cap (da 1,47% nel 2016 a 1,37% nel 2017).

I dati sui mutui prima casa

Nell’analisi precedente abbiamo proposto i dati relativi ai mutui totali. Ora, invece, ci concentreremo su quelli relativi soltanto ai mutui immobiliari. Anche in questo caso le performance sono positive. L’importo medio richiesto, pari a € 137.056,00, è cresciuto del 2,59% se confrontato con il 2016. L’importo medio erogato è aumentato del 7,0% ed ammonta a € 135.032,00. La variazione percentuale risulta essere, infine, positiva sia in riferimento al loan to value richiesto (+5,1% e percentuale pari al 70,33%) che al loan to value erogato (+2,4% e percentuale pari al 69,29%). 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *