News

29th dicembre
mutuo cartolarizzato

Mutuo cartolarizzato: cos’è e come funziona

Caratteristiche del mutuo cartolarizzato: ecco perché le banche utilizzano la cartolarizzazione dei crediti

Il mutuo cartolarizzato è una tecnica utilizzata dalle banche per rientrare il prima possibile dal denaro prestato al cliente. Dobbiamo partire da una considerazione semplice ma fondamentale. Il mutuo è un finanziamento a medio-lungo termine. Questo significa che l’istituto finanziario erogatore impiegherà diverso tempo per riottenere il credito vantato. Ed è proprio per tale motivo che, spesso, le banche ricorrono ad un’operazione finanziaria che prende il nome di cartolarizzazione. Ora spiegheremo nel dettaglio in che cosa consiste.

Definizione mutuo cartolarizzato

Il mutuo cartolarizzato è una operazione finanziaria prevista dalla legge che consiste nella vendita da parte della banca dei crediti vantati. Ad acquistare tali crediti è una special purpose vehicle. Si tratta di una società veicolo che versa alla banca la liquidità di un importo pari al valore del mutuo. Tale società offre come garanzia l’emissione di titoli obbligazionari relativi al mutuo acquistato. Dunque, il denaro subisce una sorta di trasformazione in carta. Ecco perché si parla di cartolarizzazione.

A questo punto ti starai chiedendo in che modo la special purpose vehicle rientra dal credito versato alla banca. Ciò che fa questa società di cartolarizzazione è mettere in vendita sul mercato i titoli obbligazionari emessi. In questo modo, dunque, qualora vi siano acquirenti disposti ad acquistarli, la società otterrà quello che in termini economici si definisce come Return of Investment. 

Cosa cambia per il contratto di mutuo

Un’altra domanda che sicuramente ti sei posto riguarda le conseguenze cui sarà sottoposto il mutuatario in seguito alla cartolarizzazione dei crediti. In realtà, dal punto di vista contrattuale, rimane tutto immutato. Il mutuatario deve continuare a pagare le rate così come ha sempre fatto, alle stesse condizioni di partenza.

Cartolarizzazione mutuo: il cliente viene avvisato?

I quesiti non si fermano qui. Sebbene la cartolarizzazione del mutuo sia un’operazione lecita e del tutto trasparente, la legge prevede l’obbligo di comunicazione al cliente? In realtà no. Non c’è nessuna norma che lo impone. Sta alle banche, per una questione di correttezza nei confronti del consumatore, procedere ad avvisarlo. 

Il rapporto tra banca e cliente, ribadiamo, non muta. Il referente principale del consumatore rimane l’istituto di credito. In poche parole, in nessun modo il cliente entrerà in contatto con la società veicolo. 

Surroga e rinegoziazione mutuo cartolarizzato

Cartolarizzare un mutuo comporta delle difficoltà per operazione di surroga e rinegoziazione dei mutui. Ciò a causa del fatto che il cliente non può in alcun modo intervenire sui termini del contratto stabiliti tra la banca e la società di cartolarizzazione. Questo non significa che sia impossibile ottenere una surroga ad una rinegoziazione del proprio mutuo. Quello che potrebbe accadere è soltanto un allungamento dei tempi e delle procedure.

 

 

PrestitoSì è una società di mediazione creditizia, regolarmente iscritta negli elenchi dei Mediatori Creditizi. Ogni giorno, dedichiamo un approfondimento alle notizie relative al mondo del credito. Oggi abbiamo spiegato che cos’è e come funziona un mutuo cartolarizzato. Se il nostro articolo ha suscitato il tuo interesse condividilo sui social o commentalo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *