News

24th aprile
oam obblighi di formazione professionale

Oam conferma i membri del consiglio di gestione

E’ stato confermato il consiglio di gestione dell’Oam per il prossimo triennio

L’assemblea dell’Oam, Organismo Agenti e Mediatori Creditizi, ha confermato i membri del consiglio di gestione per il prossimo triennio. Rinnovati, dunque, gli incarichi al Presidente Antonio Catricalà e ai membri del comitato Andrea Ciani, Carlo Dorati, Michele Faldella e Vito Torelli. Su designazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze è stata designata Isabella Fontana.

Anche nel 2017 l’Organismo Oam ha portato avanti la lotta all’abusivismo. Alle Procure della Repubblica sono stati presentati 42 esposti per altrettanti casi sospetti di esercizio abusivo dell’attività. L’organismo si è, inoltre, costituito parte civile in 6 casi di rinvio a giudizio. E’ in corso di approfondimento la posizione di 104 soggetti che avrebbero operato come segnalatori di un’agenzia in attività finanziaria.

E presto verrà lanciato anche il bollino Oam. Si tratta di un prodotto informatico a tutela dei consumatori che potranno sapere in qualunque momento se il soggetto con cui si stanno interfacciando è autorizzato ad operare.

Il 2017 dell’Oam

Nel 2017 si registra un aumento degli iscritti del 2%. Si contano, ad oggi, 8.303 unità distribuiti in questo modo: 6311 agenti in attività finanziaria, 1697 agenti iscritti nella sezione servizi di pagamento e 295 mediatori creditizi. In crescita anche i rapporti di dipendenza e collaborazione. Nel 2016 erano 12720, nel 2017 giungono a 13520. La crescita maggiore si riscontra nella mediazione creditizia (+9,6%), a fronte, però, di un numero minore di società. Variazione positiva anche per dipendenti e collaboratori di servizi di pagamento (+8,3%) ed agenti in attività finanziaria (+3%).

Buone performance anche per i mandati, pari a 21.454 (+4,3%). Il 62% del totale dei mandati si riferisce a prodotti di finanziamento. Tra questi si conferma il primato della cessione del quinto dello stipendio e della pensione. In aumento anche gli altri mandati, soprattutto quello relativo al credito personale.

Nel 2o17 sono stati effettuati 10.252 controlli nei confronti degli iscritti. 1.006 le procedure sanzionatorie avviate, 550 i provvedimenti sanzionatori già avviati.

I controlli dell’Organismo Oam si sono concentrati su tre punti:

  1. Verifiche sul possesso dei requisiti di onorabilità;
  2. Controlli sul rispetto degli obblighi di formazione professionale;
  3. Verifica del pagamento dei contributi di iscrizione.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *