News

14th febbraio
prestiti gennaio 2018

Prestiti gennaio 2018: richieste in crescita del 3,3%

Prestiti gennaio 2018: andamento positivo delle richieste, soprattutto nel comparto prestiti personali

Prestiti gennaio 2018. Richieste in crescita del 3,3%. Dati sicuramente incoraggianti, frutto in particolar modo delle buone performance del comparto prestiti personali (+13%). Cala, invece, la domanda relativa ai finanziamenti finalizzati (-3,3%). L’importo medio dei prestiti richiesto dalle famiglie si è attestato sul valore di € 9.372,00. Si tratta di un vero e proprio record, se si prendono in considerazione gli ultimi sette anni.

Per quanto concerne i soli prestiti finalizzati, a gennaio è stato richiesto un importo medio pari a € 6.321,00. La variazione, rispetto a gennaio 2017, è del +9,1%. Invece, nel comparto prestiti personali si evidenzia una crescita del +1,3% (importo medio richiesto di € 13.130,00). Sono questi i principali risultati emersi dall’ultima edizione del barometro di Crif.

Capitolo distribuzione richieste per fasce d’importo. Il primato spetta ancora una volta alla classe inferiore a € 5.000,00 che, però, risulta in calo, a vantaggio delle fasce d’importo più elevate (44,1%). Seconda posizione per la fascia compresa tra € 10.001,00 ed € 20.000,00 (24,2%). Il 60,3% delle richieste di prestiti finalizzati è concentrato nella fascia inferiore a € 5.000,00. Invece, per i prestiti personali, la classe in cui si trovano le maggiori richieste è quella tra € 10.001,00 ed € 20.000,00 (30,6%).

Diamo uno sguardo anche alla distribuzione per classi di durata. Al primo posto, ancora una volta, troviamo la classe superiore ai 60 mesi (25,9% del totale delle richieste). I prestiti finalizzati sono concentrati soprattutto nella fascia inferiore ai dodici mesi (24,1%) Tutt’altro andamento, invece, per i prestiti personali, con richieste concentrare prevalentemente nella fascia over 60 mesi (45,5%).

Chiudiamo con la distribuzione relativa alle richieste per fasce d’età. Il 25,4% delle richieste è raggruppato nella fascia compresa tra 45 e 54 anni. Seconda posizione, con il 23,2% del totale delle richieste, la fascia compresa tra 35 e 44 anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *