News

17th luglio
documenti per cessione del quinto

Documenti per cessione del quinto: ecco quali servono

Guida ai documenti indispensabili per ottenere una cessione del quinto

Pensi di possedere i requisiti richiesti per accedere ad una cessione del quinto ma non sai quali documenti servono? La nostra guida ti aiuterà a conoscere tutta la documentazione solitamente richiesta dalle banche o dagli intermediari finanziari. Ricordiamo che è possibile richiedere la cessione del quinto anche ad un mediatore creditizio regolarmente iscritto. La società di mediazione creditizia può, però, limitarsi solo ad una fase di istruttoria iniziale della pratica ma non può erogare direttamente il prestito.

Documenti per cessione del quinto dello stipendio

Per richiedere una cessione del quinto dello stipendio è necessario essere in possesso di:

  • Documento d’identità in corso di validità;
  • Codice fiscale;
  • Ultima busta paga;
  • Certificato di stipendio;
  • Cud (Per i dipendenti privati)

C’è poco da dire sui primi due documenti. Carta d’identità e codice fiscale vengono solitamente richiesti per tutte le tipologie di finanziamenti, dunque anche mutui e prestiti personali. Entrambi, però, devono essere validi, ovvero non scaduti, al momento di presentazione della richiesta. Con tali documenti, l’intermediario o la banca si accertano dell’identità del cliente, in modo da iniziare ad effettuare una preliminare analisi.

Il certificato di stipendio può essere richiesto direttamente alla propria amministrazione. La richiesta può essere presentata dal dipendente stesso oppure dalla banca o intermediario finanziario a cui ci si rivolge. E’ un documento molto importante perché consente a chi deve valutare la richiesta di prestito di accedere alle principali informazioni sulla posizione lavorativa del dipendente: data di assunzione, retribuzione mensile ed annuale, incarico ricoperto ed altro ancora.

Attraverso l’ultima busta paga, il soggetto finanziatore può conoscere il reddito mensile netto percepito dal dipendente. E’ un documento importante perché contiene informazioni su eventuali ulteriori finanziamenti già contratti dal soggetto che richiede la cessione e che, dunque, gravano sul suo stipendio.

Chi lavora presso aziende private deve, inoltre, allegare alla documentazione poc’anzi indicata anche il CUD. Si tratta della cosiddetta Certificazione Unica Dipendenti. E’ rilasciata direttamente dal Datore di lavoro ogni anno e riporta, oltre ai redditi percepiti dal dipendente nell’anno precedente, riferimenti a detrazione, deduzioni e ritenute fiscali nonché a contributi previdenziali ed assistenziali che risultano a carico del lavoratore.

Documenti per cessione del quinto della pensione

Leggermente differenti i documenti richiesti per la cessione del quinto della pensione:

  • Documento d’identità in corso di validità;
  • Codice fiscale;
  • Quota cedibile;
  • Cedolino della pensione;
  • Obis M

Per quanto concerne i documenti anagrafici (carta d’identità e codice fiscale) abbiamo già spiegato prima la loro funzione. Andiamo, ora, a vedere cosa sono gli altri documenti e a cosa servono. La quota cedibile certifica la quota mensile che può essere impegnata al fine di pagare le rate della cessione del quinto, senza intaccare la soglia minima di sopravvivenza.

Il cedolino della pensione contiene sostanzialmente le stesse informazioni che per i dipendenti sono presenti nella busta paga. Grazie al cedolino, dunque, è possibile risalire agli impegni finanziari del cliente e ad eventuali pignoramenti gravanti sulla pensione.

L’Obis M è un documento che viene ogni anno rilasciato dall’INPS al pensionato e che riporta, oltre ai dati anagrafici del pensionato, la categoria di pensione, la sede INPS di appartenenza e tutti gli aspetti reddituali legati alla propria pensione.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *