News

21st maggio
surroga della surroga

Surroga della surroga: ecco la nuova strategia delle banche

Tassi ancora contenuti spingono le banche a concedere la cosiddetta surroga della surroga

La surroga della surroga è l’ultima novità in arrivo dalle banche italiane. Gli istituti di credito si mostrano, infatti, disponibili anche verso coloro i quali hanno già in passato trasferito il proprio mutuo da un istituto ad un altro.

Eppure, ad una prima analisi, una strategia del genere potrebbe sembrare controproducente. Questo perché un mutuatario con queste caratteristiche ha la tendenza a non legarsi ad una banca, piuttosto a cambiare istituto di credito, ogni qualvolta ve ne siano le condizioni.

Per le banche, però, c’è la questione tassi da tenere in considerazione. Attualmente, la presenza di tassi al minimo storico è un’ottima ragione per spingere verso l’erogazione di nuove surroghe. Perché? Molto semplice. A partire da settembre presumibilmente i tassi ricominceranno a salire, seppur a ritmi abbastanza lenti. Ciò vuol dire che nei prossimi mesi difficilmente i consumatori potranno trovare condizioni migliori per surrogare il proprio mutuo.

L’opzione può essere valutata anche da coloro che hanno trasferito il proprio mutuo da poco tempo. In genere, le banche tendono a concedere nuove surroghe a patto che siano trascorsi almeno sei mesi dall’ultima surroga. Ecco perché, dunque, chi vuole surrogare il mutuo dovrebbe approfittarne ora perché nei prossimi mesi potrebbe non essere più così conveniente.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *